News

Q5 TFSI e quattro: il SUV plug-in hybrid a suo agio sia nella ZTL che in off-road

01/10/19 - Prestazioni sportive senza superbollo

A195761 Medium (1)

La gamma Q5 si arricchisce di una nuova versione che adotta la tecnologia ibrida plug-in. Rispetto ad un veicolo ibrido tradizionale, quindi, è possibile ricaricare la batteria anche tramite le colonnine o durante la notte nel garage di casa, in modo da partire sempre con la carica al 100%.

Se è selezionata la modalità “Hybrid”, Q5 TFSI e quattro si avvia senza emettere alcun tipo di rumore, grazie al motore elettrico integrato nella trasmissione. Quando è richiesta maggiore potenza, subentra in modo quasi impercettibile anche il motore termico 2.0 TFSI: entrambi i motori muovono le ruote anteriori e, in condizioni di scarsa aderenza o sullo sterrato, la trazione quattro ultra ripartisce parte della coppia motrice su quelle posteriori. Il cambio automatico è l’ S-tronic a 7 rapporti.

Selezionando la modalità “EV” si può escludere il motore termico e viaggiare solo in elettrico, ad esempio per uscire dal centro cittadino o per affrontare un tratto molto trafficato. La batteria agli ioni di litio, alloggiata sotto al vano bagagli, consente un’autonomia di più di 40 km grazie ai suoi 14 kWh di capacità. Una terza modalità, chiamata “Battery Hold” consente di conservare la percentuale di carica della batteria.

Più efficienza e confort con l’intelligenza predittiva

Q5 è dotata del Predictive Efficiency Assistant (PED), che si basa sui dati forniti dal navigatore e dai sensori per regolare in modo predittivo l’interazione tra i motori e la trasmissione: ad esempio, se si rilascia l’acceleratore, Q5 decide autonomamente se attivare il sistema di recupero dell’energia per ricaricare la batteria oppure se lasciar veleggiare l’auto spegnendo il motore a combustione. Per questa decisione, il PED analizza la distanza dal veicolo che precede, la prossimità di curve e lo stile di guida. L’auto decide anche se conviene esaurire tutta la batteria durante il viaggio oppure se conservarne parte per gli ultimi chilometri, nel caso la destinazione impostata sia un centro urbano. Infine, l’acceleratore attivo invia dei piccoli impulsi al conducente per consigliargli di ridurre la pressione sul pedale, segnalando nel virtual cockpit il motivo: dall’avvicinarsi di una curva alla presenza di ostacoli.

Se da un lato questi sistemi aiutano ad avere una guida più efficiente ed ecologica, dall’altro aumentano anche il confort e la sicurezza.

Il climatizzatore si controlla dallo smartphone con My Audi

Con l’app dedicata My Audi si può visualizzare direttamente dallo smartphone lo stato di carica della batteria, il range di km percorribile e statistiche complete sui viaggi passati. Inoltre, si può programmare a distanza il climatizzatore, in modo da trovare sempre la temperatura desiderata appena saliti in auto: una funzione utilissima nelle mattinate invernali o d’estate.

Prestazioni sportive senza superbollo

Q5 è offerta in due declinazioni: 50 TFSI e oppure 55 TFSI e. Entrambe montano la stessa unità a benzina 2.0 TFSI da 185Kw (252cv) e sono equipaggiate con lo stesso powertrain elettrico ma, in seguito ad una diversa taratura, la prima versione sviluppa una potenza complessiva di 299cv e una coppia massima di 450Nm, mentre la seconda raggiunge i 367cv e 500Nm. In entrambi i casi, l’accelerazione è brillante con uno 0-100km/h coperto rispettivamente in 6,1 e 5,3 secondi.

Nonostante la potenza complessiva elevata, nessuna delle due versioni è soggetta al superbollo, in quanto la potenza considerata per l’applicazione di questa tassa è solo quella del motore a combustione che, nel caso di Q5, non supera la soglia di 185Kw. La Q5 ibrida plug-in ha accesso alle ZTL e, in alcune città, non è soggetta al pagamento del parcheggio nelle linee blu. Nel caso si scelga la versione con potenza inferiore, infine, a questi vantaggi si può aggiungere l’ecobonus.

Credits

Torna alle news

Richiedi informazioni

1 I tuoi dati


2 Trattamento dati personali