News

Audi e-tron: l’efficacia della trazione quattro sposa la propulsione elettrica

26/06/19 - Scelta come “All-wheel-drive car of the year 2019”, ha due motori e più di 400 cavalli.

A1814587 Overfull

Continua la nostra rassegna sulle auto full-electric: dopo alcune anticipazioni sulla VW ID.3 (qui), è il turno di un modello già acquistabile: la Audi e-tron.

Con una lunghezza nell’ordine dei 5 metri (490cm) e una larghezza di 2, la e-tron ha una presenza su strada paragonabile a quella della “sorella” Q8. Diversamente da quest’ultima, però, la propulsione è affidata ad un modulo di batterie con una capacità di 95kWh che alimenta due motori elettrici, che assieme possono fornire una potenza di picco di 300kW (408CV) e una coppia vigorosa (664Nm). Questi valori si traducono in un’accelerazione da 0 a 100km/h in meno di 6 secondi e una velocità massima (autolimitata) di 200km/h.

La trazione è -naturalmente- quattro, con uno schema rivisto alla luce della nuova tecnologia di propulsione: il primo motore muove le ruote anteriori, mentre il secondo spinge quelle posteriori. Questo assicura che la coppia motrice venga ripartita in modo dinamico tra i due assali a seconda delle condizioni della strada e dello stile di guida. In condizioni standard, viene usato prevalentemente il motore posteriore per contenere i consumi, ma se il conducente richiede più potenza o se le condizioni di aderenza non sono ottimali, il motore anteriore interviene istantaneamente. Sicurezza, stabilità e piacere di guida sono assicurati anche dal baricentro molto basso, dovuto al fatto che la batteria, larga e piatta, è installata sotto ai sedili.

L’efficienza, un fattore di crescente rilievo negli ultimi anni, è particolarmente importante nel caso delle auto elettriche, in cui una gestione attenta dell’energia è fondamentale per percorrere più chilometri possibili con una singola ricarica. Sotto questo aspetto, la e-tron si contraddistingue per l’aerodinamica molto curata grazie alle sospensioni elettroniche, alle prese d’aria ad apertura variabile, al sottoscocca carenato e alla possibilità di sostituire gli specchietti retrovisori con delle più piccole telecamere, i “virtual mirror”. Inoltre, l’elettrica della Casa dei quattro anelli adotta un sistema per il recupero dell’energia in frenata: il motore elettrico, in questo caso, converte l’energia cinetica delle ruote in energia elettrica. Se serve maggior potenza frenante, intervengono anche i freni tradizionali.

Questi accorgimenti, uniti all’elevata capacità della batteria, consentono percorrenze di oltre 400km secondo il ciclo WLTP, anche se la reale autonomia può variare a seconda delle condizioni e dello stile di guida.

Secondo i lettori di AUTO BILD è lei la “All-wheel-drive car of the year 2019” nella categoria dei SUV elettrici e ibridi. Hans-Joachim Rothenpieler, Audi Board of Management Member for Technical Development, commenta l’ottimo risultato spiegando che quest’auto “ha portato le quattro ruote motrici nell’era dell’elettrico, definendo un nuovo riferimento in termini di handling, trazione e sicurezza.”

Credits

Torna alle news

Richiedi informazioni

1 I tuoi dati


2 Trattamento dati personali